I 5 perché della scienza

UNA VACANZA IN BARCA A VELA RENDE FELICI

Il contatto con l’acqua e la vista del mare danno la felicità

Vi siete mai chiesti perché al ritorno di una vacanza in barca a velavi sentite più felici, appagati e rigenerati? È vero infatti che se il mare rende felici, un viaggio in barca a vela ne massimizza i benefici, e questo avviene soprattutto grazie al contatto con l’acqua: lo ha dimostrato uno studio scientifico durato dieci anni pubblicato su Environmental Psychology e citato dal blog Sailsquare.it.
La ricerca ha evidenziato che l’acqua ha il potere di rilasciare sostanze chimiche collegate alla felicità come dopamina, serotonina e ossitocina.

Ecco 5 motivi per cui una vacanza in barca a vela vi renderà felici:

1. L’acqua ci rende più felici
Uno studio con l’applicazione Mappiness, che ha ricevuto più di un milione di risposte), ha dimostrato che non solo le persone sono più serene quando stanno all’aria aperta, ma sono più felici del 5,2% quando si trovano vicino all’acqua. Come chi si trova su una barca a vela, a diretto contatto con questo elemento.
2. Il panorama del mare ha un potere rilassante
Mentre si osserva il mare o anche solo immagini che rappresentino un paesaggio marittimo si attivano parti del cervello associate a un atteggiamento positivo, alla stabilità emotiva e al recupero di ricordi positivi. In barca a vela queste sensazioni vengono amplificate.
3. La vistamare fa bene al cervello
A due gruppi di studenti sono state assegnate rispettivamente stanze vista mare e con vista sulla città, per valutare eventuali variazioni di rendimento e concentrazione. Il gruppo che poteva godere di vista mare, oltre a ottenere risultati più brillanti nei test, ha dimostrato anche una maggiore capacità di concentrazione. Il rendimento intellettuale dei velisti, con vista mare a 360°, raggiunge i massimi livelli.
4. L’aria del mare fa bene alla salute
L’aria salmastra è ricca di sali minerali, che vengono assimilati attraverso la respirazione. Gli esperti raccomandano di respirare profondamente l’aria di mare, soprattutto quando è mosso e le onde liberano le particelle di cloruro di sodio, magnesio, iodio e potassio. Questo è più semplice se vi troverete su una barca a vela.
5. Il colore blu regala tranquillità e sollievo
Il colore blu dal punto di vista fisico possiede la capacità di rallentare funzioni quali il ritmo cardiaco, respiratorio e della pressione sanguigna. In una stanza interamente dipinta di blu i battiti cardiaci rallentano e si viene invasi da una sensazione di tranquillità, armonia e appagamento.

Bisogna essere ben preparati alla partenza

IL PERFETTO EQUIPAGGIAMENTO

Sfumature di blu, profumo di salsedine, aria di mare: viaggiare in barca a vela è un’esperienza incantevole. Che stiate per salpare per un week-end alla volta del porticciolo incastonato nella vostra isola dei sogni o per una lunga vacanza alla scoperta delle più recondite e affascinanti insenature del Mediterraneo è importante prepararvi al meglio per vivere un’esperienza indimenticabile.

COSA INDOSSARE Prima regola: niente scarpe, sporchereste il parquet. Se non amate camminare a piedi nudi comprate un paio di mocassini da vela, potranno andar bene anche normali calzature, ma rigorosamente pulite e con suola in gomma. Nel vostro bagaglio – una sacca cilindrica abbastanza capiente andrà bene – portate con voi costume da bagno, telo mare, qualche t-shirt e biancheria intima. Se vi imbarcate in mesi lontani dall’estate non dimenticate giacca anti-vento e qualche pullover. Il mare, superficie riflettente, potenzia gli effetti della rifrazione dei raggi, fondamentali quindi occhiali da solecrema solare e un berretto per proteggervi.
L’EQUIPAGGIAMENTO Una volta gettata l’ancora vi verrà voglia di tuffarvi nell’acqua cristallina. Portate con voi maschera e pinne per scoprire le bellezze dei fondali marini (ma non azzardatevi ad immersioni se non siete degli esperti). Se ne avete la possibilità comprate una macchina fotografica subacquea, farvi un selfie sottomarino non ha prezzo. Una volta a bordo, poi, puntate l’obiettivo verso i meravigliosi scorci marittimi.
Se non avete uno stomaco di ferro, affidatevi ai cerotti anti-nausea e non esagerate con il cibo, meglio evitare pietanze difficili da digerire, il dondolio delle onde non sarà d’aiuto e il malessere provato dal vostro stomaco potrebbe tramutare l’incantevole vacanza in una terribile odissea. L’acqua potabile dovrà essere usata con parsimonia, soprattutto quando sono previste lunghe ore di viaggio.
Seguite sempre tutte le indicazioni che vi fornisce l’equipaggio e non gettate nulla in mare. Il rispetto dell’ecosistema marino non è oggetto di discussone. Lasciatevi andare al relax ma non fatevi rapire dall’ozio, su una barca a vela ognuno deve dare il proprio contributo, se non c’è nulla da fare fatevi insegnare dallo skipper qualche nodo o i segreti della strambata, vi sentirete dei veri lupi di mare.
Buon vento!
È importante seguire alcuni accorgimenti

I 5 ERRORI DA EVITARE

Aumenta sempre di più il numero di persone che desidera vivere un’esperienza di viaggio nuova, più a contatto con la natura e con se stessi. Le vacanze in barca a vela sono un ottimo compromesso per chi vuole concedersi un po’ di sano relax lontano dal rumore della città, senza rinunciare al piacere di un viaggio itinerante alla scoperta di luoghi diversi. Non tutti però hanno avuto modo di andare su una barca a vela prima del proprio fatidico viaggio, perciò ecco una serie di consigli utili su tutte le cose che è meglio evitare se si vuole vivere una vacanza davvero al top:

1. Tantissime donne, prima di affrontare un viaggio estivo, trascorrono ore e ore dall’estetista per essere nella propria forma migliore. Avere lo smalto alle dita dei piedi però non è affatto indicato per chi desidera trascorrere una vacanza in barca a vela: lo smalto infatti potrebbe lasciare tracce di tinta su ponti e pozzetto.
2. Un viaggio come questo è sicuramente un’opportunità per vivere a stretto contatto con la natura perciò bisogna attrezzarsi nel modo più consono per qualsiasi inconveniente. A bordo della barca spesso si può incorrere in ventate piuttosto potenti: occhiali da sole e cappello devono sempre essere assicurati con un cordino, altrimenti c’è il rischio concreto di perderli alla prima folata di vento.
3. Mai lasciare oblò aperti in navigazione altrimenti in un attimo si potrebbe incappare in spiacevoli imprevisti, come un letto zuppo d’acqua.
4. Non essere in grado di precisare, in caso di necessità, dove ci si trovi: avere chiara la propria posizione è un elemento essenziale per chiunque decida di affrontare un viaggio di questo genere. In caso di pericoli o imprevisti infatti, se non si conosce la propria posizione, si rischia di aspettare per molto tempo l’arrivo di eventuali soccorsi.
5. Navigare a vista non è per tutti: solo persone molto esperte possono concedersi questo lusso. Perciò è sempre importante avere una cartina e una bussola, e preparare con cura le tappe del proprio viaggio prima della partenza: un viaggio in barca a vela è senza dubbio un’esperienza unica, ma deve essere condotta sempre in massima sicurezza.

COME PREPARARE LA VALIGIA

VEDIAMO INSIEME COSA NON SI DEVE DIMENTICARE PER INTRAPRENDERE IN SERENITÀ UN VIAGGIO IN BARCA A VELA

Partire per una vacanza in barca a vela è un’idea molto eccitante ma importante è organizzare al meglio il vostro bagaglio rendendolo il più compatto ma completo possibile. Vediamo le operazioni e gli oggetti che sono necessari per non avere problemi durante il viaggio.

I PRODOTTI PER LA PERSONA La pulizia è ovunque molto importante, calcolando che l’aria in mare è molto carica di sale la pelle ha bisogno di pulizia e di trattamento idratante, quindi nel beauty case non possono mancare saponetta detergente intimo, spazzolino e dentifricio, e diversi asciugamani che devono dividersi tra quelli per utilizzo da toeletta e invece altri da utilizzare per il bagno in mare. Esistono ottimi saponi salini, per lavarsi con l’acqua di mare.
IL VESTIARIO Le temperature quando si viaggia in barca a vela e si sta tante ore all’aperto possono variare e lo sbalzo termico la sera è molto più sentito che sulla terra ferma, quindi è molto importante avere sia abbigliamento leggero che pesante, un golf e pantaloni lunghi non possono mancare, per il resto beh, a seconda dei gusti è possibile decidere liberamente che tipo di vestiario portare, molto importante è però tener conto dello spazio ridotto, evitiamo quindi sovraccarico di abiti.
LE CALZATURE Il tacco dodici è il più sconsigliato in assoluto; le scarpe da ginnastica e sandali sono le calzature più adatte, e le donne non per questo devono sentirsi meno eleganti e con poche possibilità di sfoggiare modelli di ultimo grido, infatti il mercato attuale accontenta davvero tutti i gusti e un paio di sneakers possono diventare il giusto connubio di un tubino nero. Anche la quantità delle scarpe va sempre contenuta per lo spazio, ed essendo sempre bagnata la superficie di una barca è bene evitare per non slogarsi caviglie di usare scarpe con la parte di sotto troppo liscia.
L’INTIMO È la parte più semplice da organizzare e trasportare, prende poco spazio ed è anche meglio averne qualche pezzo in più per evitare che manchino, comprendendo anche i costumi da bagno per prendere il sole e nuotare in mare aperto.
LE MEDICINE Quando partiamo per una semplice vacanza abbiamo la possibilità di andare in qualunque farmacia, tanto ogni città ha almeno una rivendita di farmaci, ma in alto mare è impossibile ovviare alle dimenticanze. Sia per le medicine che si prendono regolarmente che per quelle più generiche come ad esempio antipiretici, antidolorifici, disinfettanti e se soffrite di mal di mare o è la prima volta che viaggiate in barca a vela le pastiglie apposite non possono assolutamente mancare.